Villanova d’Ardenghi

Cenni storici

Il paese sorge probabilmente nell’alto medioevo, mutando il proprio nome dalla famiglia signorile che lo possiede. Il territorio, legato ai non lontani centri di Carbonara al Ticino e Gropello Cairoli, appartiene anticamente al monastero pavese di Santa Maria Teodote (fin dall’anno 891). Per un certo tempo fu poi feudo dei Marchesi Peverelli di Milano.

Per il passaggio di truppe piemontesi ed austriache l’abitato subì, in parte, le conseguenze della prima guerra d’indipendenza, intrapresa con tante speranze e drammaticamente conclusasi nel giro di soli quattro giorni con la disfatta di Novara, dopo gli scontri vittoriosi di Cava Manara, dove si registrarono i fulgidi episodi di eroismo di Luciano Manara.

Le attività economiche

Villanova d'Ardenghi è un centro prevalentemente agricolo, grazie alla sua collocazione in una zona particolarmente fertile.

I monumenti e le opere d’arte

La Chiesa parrocchiale
La Chiesa parrocchiale - 25/10/2022
Un particolare della facciata
Un particolare della facciata
25/10/2022
La Chiesa parrocchiale è dedicata a San Cristoforo martire.

Nei dintorni

Si trovano le cascine Leonina, Moiraghi e Nuova.

Gli eventi e le manifestazioni

Nel mese di luglio si tiene la Festa Patronale.