Sant’Angelo Lomellina

Cenni storici

Piccolo paese tipicamente lomellino, si chiamava, in antico, Castel Sant’Angelo, lasciando intendere come il primitivo nucleo abitato, di origine monastica, centro tra l’altro di una comunità di benedettini, sia sorto intorno al ricetto costruito a difesa dei vari cenobii sparsi nelle campagne circostanti. Poco o nulla è dato conoscere di questo complesso fortificato, che doveva essere ampio e poderoso; vari autori locali, sulla base dei documenti storici, hanno formulato ipotesi che possono essere accettate solo con beneficio d’inventario, e passibili di ulteriori verifiche.

I monumenti e le opere d’arte

Tracce dell'antico castello
Tracce dell’antico castello
da Internet
Dell’antico castello che sorge probabilmente nel pressi dell’attuale Chiesa parrocchiale, non rimane che una parte di muro perimetrale con alcune finestre di tipo cinquecentesco . Secondo alcuni, infatti, il campanile sarebbe, almeno per due terzi della sua altezza, composto dalle mura di un’antica torre. La chiesa, dedicata a San Michele Arcangelo, per l’appunto detta “del castello”, e costruita nel settecento, è a tre navate, di stile barocco.

Importante, dal punto di vista artistico, è anche la Chiesetta del Cimitero, che contiene, ai lati dell’altare, due dipinti del quattrocento ancora in buono stato.

Nei dintorni

Cascine: Cantalupa, Cascinino, Dei Drati, Nocetta, Risorta.

Il territorio e l’ambiente

Dal punto di vista ambientale è meritevole di segnalazione la garzaia della Verminesca.

Gli eventi e le manifestazioni

L’ultima domenica di maggio si celebra Sant’Angelo in fiore.