Cenni storici

Tra la cascina Olai e Ceretto si trovano alcuni terreni su cui doveva sorgere, secondo il Pianzola ed il Pollini, un monastero dedicato al Santo Sepolcro; nel sottosuolo, secondo quest'ultimo, ci potrebbero essere fondamenta di caseggiati, di sepolcri e di una vasta chiesa con campanile.

Lo storico Pezza è più esauriente sull'argomento, avendo compiuto uno studio particolare su una importante realtà del passato: la strada Francisca Ceretto è interessata dal passaggio della Via Francigena. Il Pezza nomina in queste terre un ospedale e non un monastero; gli "hospitales", dislocati lungo il percorso delle strade romee offrono rifugio ai pellegrini, e sono dotati di particolari rendite patrimoniali: di certo anche quello del Santo Sepolcro ha questa funzione. Potrebbe essere stato fondato nei secoli XI o XII, dopo la prima crociata in Terrasanta. Se ne parla in un atto di permuta di alcuni beni in paese e fuori, rogato con l'Abbazia Santa Croce di Mortara e controfirmato dai vescovi di Pavia, Bergamo, Como, Torino, Novara e Vercelli. Un tratto di massicciata con ciottoli, beole e lastre è stato trovato nel 1905, per testimonianza fatta al Pezza da Antonio Provera di Ceretto.

Eventi e manifestazioni

Da segnalare, il primo fine settimana di settembre, la Sagra dell'Anatra.

Per saperne di più...